TML! La mailing list su Triggiano piu' letta al mondo
lunedì 16 settembre 2019 - ore 0.39
Home Chi siamo Collabora con noi Contattaci
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Nickname
Triggiano Mailing List
Password
Triggiano Mailing List

 
Triggiano Mailing List

TMLand
Accadde a Triggiano (4)
Ambiente (33)
Chi siamo (8)
Come eravamo (7)
Cronaca locale (251)
Da Facebook (9)
Diario di bordo (75)
Documenti (9)
E..state a Triggiano 2010 (19)
Filatelia (1)
Fondazione Pasquale Battista (1)
FOTO del GIORNO (241)
Galleria Foto (88)
Gas-Solidaria (2)
Lama S. Giorgio (16)
Le interviste (5)
Libri - Antifestival (14)
Libri - Antipresentazioni (14)
Muro parlante (232)
R..Estate a Triggiano 2012 (8)
Rassegna Web (2607)
Sondaggi (4)
TriviaCamp (12)
VIDEO (66)

Sanità
DIAGNOSI ALZHEIMER (19)

Comune di Triggiano
DECO - Denominazione Comunale di origine (2)
R..Estate a Triggiano 2013 (3)
Raccolta differenziata (19)
Ufficio Relazioni con il Pubblico (327)

Utilità
E..state a Triggiano 2011 (17)
Offerte di Lavoro (38)
Sanità (11)
Trasporti (5)

Le Associazioni
A21 - Forum Agenda 21 Capurso Cellamare Triggiano (2)
ADMO (2)
AGESCI - Gruppo Scout Triggiano (2)
Archeoclub Italia sede di Triggiano (41)
Ass. Divina Misericordia (4)
Associazione Artedanza (11)
Associazione ATLANTIDE - la Città ritrovata (10)
Associazione Centro studi Il Salotto delle Arti (8)
Associazione CIRCOLI VIRTUOSI (5)
Associazione Culturale Paideia (7)
Associazione Triggianesi di Puglia nel Mondo (12)
Banca del Tempo - Alice nel paese che corre (2)
Biofordrug (25)
Centro Diurno Mediasan (3)
Circolo ACLI “Giovanni Paolo II” (6)
CNA Triggiano (13)
Coldiretti Triggiano (1)
Confartigianato di Triggiano (1)
Confcommercio Triggiano (33)
Cooperativa Alice (27)
Cooperativa Occupazione e Solidarietà (1)
FORUM delle ASSOCIAZIONI FAMILIARI della PUGLIA (3)
GiFra (20)
Gruppo Fratres Triggiano (20)
Happening del Volontariato (9)
Il Manifesto musicale (25)
L'ALTRA VIA - Associazione culturale di cittadinanza attiva (4)
Maria Ss. della Madia, Amici del Presepe (32)
Nausicaa (47)
Piccola Ribalta (47)
Proloco Triggiano (46)
T-Lab (6)

Le Chiese
Tutte le Parrocchie (84)
Convento San Francesco (97)
S. M. Veterana (224)
San Giuseppe Moscati (179)
SS. Crocifisso (12)

Biennale Dicillo
IX Biennale Rocco Dicillo (1)
VII Edizione Biennale (9)
VIII Edizione Biennale Dicillo (12)

Scuola
I due Orsetti (1)
Licei Cartesio (55)
Primo Circolo Didattico (12)
S.M.S. De Amicis (5)
S.M.S. Dizonno (8)
Secondo Circolo Didattico (20)

Elezioni
Amministrative 2006 (25)
Amministrative 2011 (24)
Politiche 2008 (2)
Politiche 2009 (1)
Referendum 2011 (17)

Sport
Altri sport (28)
Amatori Atletica Triggiano (3)
ASD Agonis Triggiano (1)
Atletica (35)
Calcio Eagles Triggiano (1)
Pallavolo (165)
Scacchi (159)
Trivianum ASD (119)

Musica
Centro Prospettiva Musica (95)

Open source
Applicazioni Open sotto Windows (33)
Documentazione (69)
Filosofia (13)
Licenze (9)
Linux (49)
Notizie del Web (304)
 
   
   
 
Le Associazioni : Confcommercio Triggiano

PERCHÉ IL «NO» AI NEGOZI APERTI DI DOMENICA (di Alessandro Ambrosi)

di Pino Lucatorto
Vi riporto una lettera del Presidente Confcommercio Bari al direttore della Gazzetta del Mezzogiorno
Caro direttore, da tempo ormai mi occupo di commercio e ancora da più tempo ne studio le regole e i comportamenti. E proprio per questo mi sono convinto sempre più che il settore debba godere della più ampia libertà d'azione. Eppure ho buone ragioni per continuare ad avanzare seri dubbi sulle aperture domenicale dei negozi, ancor più quando queste sfuggono, come qualcuno vorrebbe, a qualsiasi regola.

Ho imparato, con l'analisi eper personali esperienze professionali, che ogni decisione di politica economica deve tener conto di un bilancio complessivo fatto di costi da una parte, benefici dall'altra. Naturalmente anche per le domeniche shopping c'è chi, favorevole, ne omette gli svantaggi, chi invece è contrario «glissa» sui eventuali vantaggi.

La logica invece - ma soprattutto la necessità di tutelare una categoria la cui attività continua ad avere forti ripercussioni non solo sul tessuto economico di Bari, ma anche sociale e, perché no, culturale - impone ragionamenti obiettivi e razionali. E nel caso in questione il calcolo dei costi-benefici, viste le variabili in gioco, può risultare più complicato. Insomma se è certo che la democrazia e il liberismo portano ad organizzazioni spontanee e autonome della vita privata e pubblica, se le stesse vengono «calate dall’alto», imposte, alcuni le apprezzeranno, altri le subiranno e ne subiranno eventuali danni.

LE DIFFICOLTÀ DI «PICCOLI» E «GRANDI» -Noi che viviamo dal «di dentro» le aziende, possiamo tranquillamente paragonarle ad «esseri» viventi che crescono (e nel caso si moltiplicano e sviluppano) in un ambiente ben codificato. Si può cambiare, certo, ma occorre grande attenzione, soprattutto pianificazione. «Alzare le saracinesche» di domenica impone cambiamenti dello stile di vita, impone cambiamenti del nostro ambiente, della nostra società.

In particolare l’apertura domenicale giova certamente ai negozi di beni durevoli, per i qualil’acquisto, impegnativo da un punto di vista finanziario, richiede tempo, riflessioni, comparazioni, pianificazioni. E giova alle grandi superfici e con grandi assortimenti proprio per le capacità organizzative di tipo imprenditoriale. I «piccoli» possono subire ed essere addirittura danneggiati da scelte di questo tipo, per la impossibilità, la difficoltà, di programmare.

Ma anche per i grandi è proprio e sempre così conveniente? Per indurre il consumatore a dedicare il tempo libero delle giornate festive agli acquisti, lo si deve fortemente incentivare. E l’allungamento della settimana, in mancanza di un sensibile aumento nelle vendite, provoca senza dubbio un calo della produttività per il personale dipendente! Di conseguenza le aperture domenicali provocano necessariamente una riduzione delle quote di mercato dei piccoli che non si adeguano o che, il più delle volte, non riescono ad adeguarsi.

Né convince l'osservazione, «se tutti gli esercizi commerciali aderissero, nessuno sarebbe penalizzato…», a meno di non voler banalizzare una questione che banale non è. Aprire i nostri negozi, infatti, significa sopportare maggiori costi, tra salari, straordinari, sconti ecc., e in mancanza di risultati certi provocherebbe anche un proporzionale aumento dei prezzi. E non basta, perché per far fronte alla concorrenza sarà necessario usare più «lavoro precario», come del resto avviene in altri Paesi. E così si corre il rischio di «sconfinare» in un campo minato: le aperture domenicali hanno bisogno di una liberalizzazione ancora più radicale, quella del mercato del lavoro.

Ancora, dal punto di vista sociale le domeniche shopping, cambieranno lo stile di vita degli «addetti ai lavori» e ancor più dei cittadini: dovrebbero essere attivi gli ipermercati, rivitalizzati i centri storici, garantiti servizi come la sicurezza, l'apertura delle banche ecc. ecc. Ma allora non ci sarebbero quelle tanto auspicate «incentivazioni» rispetto agli altri giorni.

NECESSARIA UN’ORGANIZZAZIONE COLLETTIVA - Mi spiego: se i papà e le mamme lavorano, allora in casa occorreranno altri collaboratori regolarmente pagati. E i luoghi turistici di intrattenimento, se una parte della popolazione non potrà o non vorrà muoversi dalla città, che effetti subiranno? Per non parlare poi del traffico anche di domenica. Né si può sottacere, anzi è di rilevante importanza, il rispetto nei confronti di quanti dedicano propriole domeniche alla pratica della propria fede religiosa.

Certo al consumatore tutte queste considerazioni possono interessare poco. Ma per onestà intellettuale tutti noi non dobbiamo ignorare le problematiche che formano «l'altra faccia della medaglia»: le liberalizzazioni, se riguarderanno un solo settore produttivo, creeranno solo disagi.

La questione è molto più complessa di quel che sembra e noi della Confcommercio porteremo sempre avanti l’idea, la battaglia che le aperture domenicali dei negozi devono rappresentare l'eccezione. Insomma devono essere poche nell'arco dell'anno e mirate: ovvero sempre strettamente legate ad eventi concertati con il più alto numero possibile di attori protagonisti. Un discorso «globale», se è vero che proprio in questi giorni la «questione delle domeniche» assilla municipalità quali Berlino e Londra.

Se invece, come purtroppo spesso accade, si celano interessi personali/aziendali dietro annunci di principio senza minimamente considerare gli interessi collettivi, allora il nostro territorio continuerà in quella triste decadenza intrapresa ormai da un po’ di anni.
08/01/2010

Le altre news dell'area " Confcommercio Triggiano"
20/01/2010Sportello Cofidi presso Confcommercio Provincia di Bari
13/01/2010Formazione obbligatoria per il personale alimentarista
09/01/2010FARMER’S MARKET: SE LA CONOSCI LA EVITI
08/01/2010PERCHÉ IL «NO» AI NEGOZI APERTI DI DOMENICA (di Alessandro Ambrosi)
09/12/2009SALDI INVERNALI
15/10/2009Calendario aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali per l’anno 2010
23/09/2009 27/09/09 – Presentazione del corso
23/09/2009Seminario “Ridisegniamo il punto vendita”
18/09/2009Giornata di lutto Nazionale
27/06/2009Sciopero nazionale dei gestori di carburante nei giorni 8 e 9 luglio 2009
07/05/2009Adeguamento al nuovo D. Lgs. 81/2008 in materia di sicurezza sul lavoro
25/03/2009Macellaio Professionista
17/02/2009Convenzione carta acquisti (social card)
05/12/2008Road show Assofranchising
24/11/2008DALLA CAMERA DI COMMERCIO NUOVI SERVIZI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
21/11/2008VIENI A TROVARCI NEL NEGOZIO SOTTO CASA, TI OFFRO UN CAFFE”
20/11/2008Notizie utili a tutti
20/11/2008Donna crea impresa
20/11/2008Contributi ai consorzi agroalimentari e turistico-alberghieri.
20/11/2008Contatori gas
13/11/2008Cessioni di quote di società a responsabilità limitata -
02/08/2008Costituzione sindacato provinciale BAR
30/07/2008Assemblea costitutiva sindacato provinciale BAR
10/06/2008Convegno “Controllori e controllati"
24/05/2008Corsi obbligatori di formazione in sostituzione dei “libretti sanitari.
05/03/2008 Costituzione del sindacato provinciale F.I.D.A.
05/01/2008Foto e Contatti del nuovo Bowling di Triggiano con le regole di gioco
04/01/2008Ed ecco a voi il bowling...
02/10/2007Formazione gratuita dipendenti aziende commerciali di Triggiano
20/06/2007Date saldi estate 2007
31/05/2007proposta anticipo saldi
14/05/2007Rappresentanza Confcommercio della Provincia di Bari nel Comune di

Pagina  di 1


Triggiano Mailing List
 
Powered by Metropolis Triggiano (BA)
Triggiano Mailing List
100% indipendente!
  Tutti i contenuti di TMLand sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons, salvo diverse indicazioni. L'Ass. di Promozione Sociale METROPOLIS di Triggiano (BA), e nelle persone di moderatori e tecnici Web, non si assumono alcuna responsabilità per le email inviate nella mailing. Sono esclusi da ogni responsabilità riguardo a contenuti, errori, materiale, immagini a eventuale marchio registrato e da eventuali protezioni di brevetti d'invenzione.

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale e i contributi degli utenti.
E' vietato inserire contenuti che possano violare i diritti di terzi o comunque essere illegittimi; il Webmaster e gli Amministratori di tmland.it non si assumono alcuna responsabilita' per i messaggi degli utenti per la impossibilita' di esercitare un controllo preventivo sugli stessi; chi riscontrasse comportamenti illeciti e' pregato di contattarci QUI.