TML! La mailing list su Triggiano piu' letta al mondo
sabato 2 marzo 2024 - ore 17.47
Home Chi siamo Collabora con noi Contattaci
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Triggiano Mailing List
Nickname
Triggiano Mailing List
Password
Triggiano Mailing List

 
Triggiano Mailing List

TMLand
Accadde a Triggiano (4)
Ambiente (33)
Chi siamo (8)
Come eravamo (7)
Cronaca locale (251)
Da Facebook (9)
Diario di bordo (75)
Documenti (9)
E..state a Triggiano 2010 (19)
Filatelia (1)
Fondazione Pasquale Battista (1)
FOTO del GIORNO (241)
Galleria Foto (88)
Gas-Solidaria (2)
Lama S. Giorgio (16)
Le interviste (5)
Libri - Antifestival (14)
Libri - Antipresentazioni (14)
Muro parlante (232)
R..Estate a Triggiano 2012 (8)
Rassegna Web (2607)
Sondaggi (4)
TriviaCamp (12)
VIDEO (66)

Sanità
DIAGNOSI ALZHEIMER (19)

Comune di Triggiano
DECO - Denominazione Comunale di origine (2)
R..Estate a Triggiano 2013 (3)
Raccolta differenziata (19)
Ufficio Relazioni con il Pubblico (327)

Utilità
E..state a Triggiano 2011 (17)
Offerte di Lavoro (38)
Sanità (11)
Trasporti (5)

Le Associazioni
A21 - Forum Agenda 21 Capurso Cellamare Triggiano (2)
ADMO (2)
AGESCI - Gruppo Scout Triggiano (2)
Archeoclub Italia sede di Triggiano (41)
Ass. Divina Misericordia (4)
Associazione Artedanza (11)
Associazione ATLANTIDE - la Città ritrovata (10)
Associazione Centro studi Il Salotto delle Arti (8)
Associazione CIRCOLI VIRTUOSI (5)
Associazione Culturale Paideia (7)
Associazione Triggianesi di Puglia nel Mondo (12)
Banca del Tempo - Alice nel paese che corre (2)
Biofordrug (25)
Centro Diurno Mediasan (3)
Circolo ACLI “Giovanni Paolo II” (6)
CNA Triggiano (13)
Coldiretti Triggiano (1)
Confartigianato di Triggiano (1)
Confcommercio Triggiano (33)
Cooperativa Alice (27)
Cooperativa Occupazione e Solidarietà (1)
FORUM delle ASSOCIAZIONI FAMILIARI della PUGLIA (3)
GiFra (20)
Gruppo Fratres Triggiano (20)
Happening del Volontariato (9)
Il Manifesto musicale (25)
L'ALTRA VIA - Associazione culturale di cittadinanza attiva (4)
Maria Ss. della Madia, Amici del Presepe (32)
Nausicaa (47)
Piccola Ribalta (47)
Proloco Triggiano (46)
T-Lab (6)

Le Chiese
Tutte le Parrocchie (84)
Convento San Francesco (98)
S. M. Veterana (227)
San Giuseppe Moscati (179)
SS. Crocifisso (12)

Biennale Dicillo
IX Biennale Rocco Dicillo (1)
VII Edizione Biennale (9)
VIII Edizione Biennale Dicillo (12)

Scuola
I due Orsetti (1)
Licei Cartesio (55)
Primo Circolo Didattico (12)
S.M.S. De Amicis (5)
S.M.S. Dizonno (8)
Secondo Circolo Didattico (20)

Elezioni
Amministrative 2006 (25)
Amministrative 2011 (24)
Politiche 2008 (2)
Politiche 2009 (1)
Referendum 2011 (17)

Sport
Altri sport (28)
Amatori Atletica Triggiano (3)
ASD Agonis Triggiano (1)
Atletica (35)
Calcio Eagles Triggiano (1)
Pallavolo (165)
Scacchi (159)
Trivianum ASD (119)

Musica
Centro Prospettiva Musica (95)

Open source
Applicazioni Open sotto Windows (33)
Documentazione (69)
Filosofia (13)
Licenze (9)
Linux (49)
Notizie del Web (304)
 
   
   
 
Open source : Filosofia
da mediamente.rai.it
Intervista a Richard Stallman 3a Parte


Domanda 10
E cosa può dirci a proposito di questioni decisive come quelle riguardanti la circolazione delle informazioni?

Risposta
I detentori dell'informazione, l'industria del copyright, stanno facendo una campagna mondiale per cambiare le leggi in tutti i paesi in modo da avere più potere per controllare quello che fanno tutti: questa è la loro attività principale. In questo momento vogliono avere il controllo totale di tutti gli usi delle informazioni che sono state pubblicate, e giustificano tale obiettivo affermando che il pubblico ne trarrà vantaggio. Tuttavia, non analizzano in dettaglio i motivi per i quali il pubblico dovrebbe ottenere dei vantaggi per il fatto che i proprietari detengono il potere sull'informazione. Costoro dicono soltanto: "fidatevi, dateci più potere, e il pubblico ne avrà dei vantaggi". Ciò è stupido, è come dire: "paga il latte il doppio e avrai latte migliore". La conseguenza di tale operazione sarebbe l'aumento vertiginoso del prezzo del latte! E, naturalmente, avremmo un latte straordinario, il migliore che si sia mai visto. Fuor di metafora, io sostengo che questo è stupido. C'è un principio chiamato 'profitti calanti', e i proprietari, fondamentalmente, vogliono ignorarlo perché vogliono semplicemente il potere assoluto. Essi, ad esempio, vogliono rendere illegale il fatto che un utente possa permettere ad un amico di vedere il suo computer per leggerci un libro. Anche se il libro l'ha avuto legalmente e sta sul suo computer legalmente, loro vogliono rendere illegale il fatto che il suo amico lo legga; e se il suo amico vuole comunicare in rete, la situazione peggiora: se lui manda il libro attraverso la rete -per metterlo semplicemente sul suo schermo in modo da poterlo vedere e leggere, anche solo temporaneamente- tale azione sarebbe illegale. Quando un individuo legge un libro, se ne forma, temporaneamente, una copia sulla retina. La prossima volta, i detentori dell'informazione, diranno che è una violazione del copyright fare una copia sulla retina e che quindi ci vuole un permesso per leggere il libro! In Unione Sovietica ogni copista aveva un sorvegliante il cui compito era di osservare cosa veniva copiato e assicurarsi che nessuno facesse copie illegali, perché prevenire le copie illegali era una delle priorità del governo sovietico. L'industria del copyright vuole fare la stessa cosa, con la differenza che allo scopo utilizzerebbero sorveglianti computerizzati, sorveglianti robot. E, ancora, sarà illegale eliminare questo 'robot sorvegliante' dal computer. In tal modo, l'industria del copyright cerca di interferire nella vita dell'utente in un modo molto più diretto e seccante di quanto non abbia mai fatto prima. Ai detentori del copyright non importa se hanno abbastanza denaro, se le pubblicazioni continuano e se le librerie sono piene di libri, ma vogliono avere tutto il denaro che possono desiderare. Questa è ragione per la quale cercano di cambiare le leggi in Italia e in altri paesi, ed è importante per gli utenti dell'informazione organizzarsi politicamente su questo fronte opponendosi a queste decisioni. La legge sul copyright è nata con il torchio per la stampa. Nel mondo antico, quando il modo per copiare un libro era quella di farsene una copia a penna, non c'era il copyright. Chiunque sapesse scrivere poteva copiare un libro e, in principio, poteva copiarlo bene come chiunque altro; fare una copia era come fare cento copie. L'unico modo per fare cento copie era trascriverlo cento volte. Il torchio per la stampa ha creato una situazione diversa, per cui la maniera migliore per fare copie era la produzione di massa: si compone il testo una volta, lo si prende e lo si stampa cento volte. È molto più veloce che comporre il testo una volta e stamparlo una volta. Nessuno lo farebbe. È troppo stupido. La gente, dunque, si è abituata all'idea che l'unico modo di fare libri fosse la produzione di massa. In questo sistema, nell'era del torchio per la stampa, il copyright era un sistema ragionevole perché poneva limiti solo agli editori e agli autori. Il copyright non poneva limiti ai comuni lettori come Lei e me perché noi non avremmo potuto copiarci il libro, non avremmo posseduto un torchio. Come si fa a copiare un libro? Cosa si intende per questo? Se si vuole un'altra copia, si va in libreria e si compra un'altra copia. Il copyright, in realtà, è uno scambio, un accordo, in cui il pubblico rinuncia alla libertà di fare copie; in cambio ha la speranza di vedere le librerie piene di tanti libri che possono comprare; ciò rappresentava un buon affare nell'era del torchio per la stampa, perché noi, che apparteniamo al pubblico comune, non avremmo potuto copiare libri, comunque. Che differenza fa rinunciare a una libertà di cui non si può usufruire? Oggi non siamo più nell'era del torchio per la stampa! Il computer ci dà un sistema diverso, in cui chiunque possa leggere qualcosa ne può anche fare una copia alla volta e mandarla a un amico. Ciò è molto utile e positivo, è un modo per cooperare con il prossimo, fa parte dei rapporti di disponibilità che stanno alla base della società. Questa libertà a cui abbiamo rinunciato, che abbiamo ceduto, è ridiventata utile, e, di conseguenza, non è più un affare così vantaggioso cederlo in cambio di qualcos'altro. Ora vogliamo tenerci parte di quella libertà per poterla usare, e, quindi, dovremmo ridurre il potere del copyright. Forse basterebbe avere un sistema di copyright che limitasse la vendita commerciale di copie, che limitasse la ridistribuzione di massa delle copie; tuttavia, fare una copia occasionale per un amico dovrebbe essere una operazione consentita a chiunque. È un diritto fondamentale dell'uomo e dovremmo costituire organizzazioni di persone, utenti dell'informazione in tutti i paesi, persone che leggono, persone che ascoltano la musica; chiunque usi qualsiasi tipo di informazione dovrebbe organizzarsi per poter esigere il diritto di condividere copie con gli amici, come diritto umano fondamentale che è ancora più importante, perché è un diritto aiutare il proprio amico! Non è solo il diritto di fare qualcosa che è giusto per se stessi. Il diritto di avere una sufficiente alimentazione, un alloggio dove vivere è fondamentale, ma è altresì di enorme importanza la libertà di parola e la libertà di stampa, così come la libertà di condividere l'informazione.

19/05/2005

Triggiano Mailing List
 
Powered by Metropolis Triggiano (BA)
Triggiano Mailing List
100% indipendente!
  Tutti i contenuti di TMLand sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons, salvo diverse indicazioni. L'Ass. di Promozione Sociale METROPOLIS di Triggiano (BA), e nelle persone di moderatori e tecnici Web, non si assumono alcuna responsabilità per le email inviate nella mailing. Sono esclusi da ogni responsabilità riguardo a contenuti, errori, materiale, immagini a eventuale marchio registrato e da eventuali protezioni di brevetti d'invenzione.

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale e i contributi degli utenti.
E' vietato inserire contenuti che possano violare i diritti di terzi o comunque essere illegittimi; il Webmaster e gli Amministratori di tmland.it non si assumono alcuna responsabilita' per i messaggi degli utenti per la impossibilita' di esercitare un controllo preventivo sugli stessi; chi riscontrasse comportamenti illeciti e' pregato di contattarci QUI.